Arresto e riavvio in Windows 10

A differenza dei sistemi operativi precedenti, con Microsoft Windows 10 l’operazione di arresto e accensione è differente da quella di riavvio.

La funzionalità “Avvio rapido” introdotta in Windows 10 e abilitata come default per ottimizzare i tempi di accensione del sistema può spiazzare l’operatore che utilizza il classico metodo spegni-accendi del PC per risolvere problemi con applicazioni o servizi.

Alla comparsa di malfunzionamenti, anomalie o blocchi applicativi la prima operazione da fare per cercare di risolvere i problemi è quella di chiudere tutti i programmi e scegliere dal menù Start, Arresta, Riavvia il sistema

E’ possibile verificare il tempo di attività della macchina dall’ultimo riavvio attraverso lo strumento “Gestione Attività” di Windows 10 (tasto destro sulla barra delle applicazioni o Ctrl+Alt+Canc), sezione “Prestazioni”, selezionando “CPU” nel pannello di sinistra, “Tempo di attività”, espresso in giorni, ore, minuti, secondi.

Il consiglio spassionato per mantenere un sistema stabile ed affidabile è di eseguire un riavvio di Windows 10 almeno una o due volte alla settimana. Ricordiamoci che stiamo lavorando con sistemi operativi client, non server che sono progettati per rimanere ininterrottamente attivi, ma consideriamo anche che ormai un riavvio può concludersi anche in meno di un minuto.

Voi occidentali, avete l’ora ma non avete mai il tempo.

Mahatma Gandhi