Quant’è al chilo?

Molte persone in ballo a disagi tecnici mettono spesso sullo stesso piano i prodotti tecnologici a quelli ortofrutticoli, sminuendo con rabbia il valore dei loro fedeli strumenti di lavoro…

Quando valutiamo l’acquisto di un prodotto, come ad esempio un notebook, uno smartphone, o anche un’automobile o una motocicletta, basiamo la nostra scelta sulle nostre necessità e possibilità, sulle prestazioni, l’estetica, la sicurezza e il comfort, … senza mai pensare a ciò che più ci è caro quando invece andiamo a fare la spesa al centro commerciale o quando siamo tra le bancarelle del mercato: il prezzo al chilo.

Immaginate di addentrarvi in una soleggiata mattina tra le vie di un mercato, quando udite all’improvviso delle voci di un commerciante provenire da una bancarella dai teli di un bianco accecante, vi avvicinate e nell’intenso riverbero riconoscete il noto marchio della mela morsicata. Le grida annunciano: “Telefonini, telefonini a 5.900 €/Kg, portatili a 1.300 €/Kg, orologi a 11 mila al chilooo”… superato lo stupore iniziale vi sorge il dubbio che lì stiano trattando metalli preziosi. Mi permetto quindi di tranquillizzarvi immediatamente: le attuali quotazioni dell’oro si attestano a 51.800 €/Kg

Poco più avanti in questo stravagante mercato trovate esposte delle automobili, tra queste la sportiva e ibrida del cavallino, una SF90 Stradale a 268,75 €/Kg…che rispetto alla bancarella precedente sembrerebbe avere un prezzo abbordabile, senza considerarne però il peso di 1600 chilogrammi … “lascio?” Ripiegate quindi su qualcosa di ancor più ecologico, come un SUV della Tesla, in offerta a 30 €/Kg – meno degli spiedini di totano e gamberi al banco del pesce di fronte, ma l’occhio vi cade infine su una vettura d’occasione: 14 €/kg per un’utilitaria marchiata Citroen.

Presa quindi coscienza di possedere un monopattino cinese con prezzo al chilo ancor più alto di una Tesla, decidete di proseguire tra banchi che allietano il gusto con tartufi bianchi a 1.648 €/Kg e l’olfatto, della compagna al vostro fianco che vi indica un profumo Chanel N°5 al prezzo di 6.780 €/lt (?!) forse meglio puntare ad altro… “Che ne dici invece delle bollicine? C’è un ottimo Cartizze DOCG a 35 €/lt”

Al termine di questo stravagante ed inconsueto listino, vi sorprendo citando il prezzo di un oggetto abbastanza diffuso: la fede nuziale, che si aggira facilmente intorno ai centosettantamila euro al chilo. Ciò che rappresenta ed il suo significato hanno però un valore inestimabile: una compagna per la Vita, l’amore di una famiglia e la sua forza, specie quando i piccoletti ti travolgono con impeto in abbracci volanti scagliandosi uniti con i loro 26 Kg …spiacente, prezzo non disponibile.

Un commento su “Quant’è al chilo?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *